Torna i prossimi 24-25-26 agosto 2012 SEMInARIA sogninterra, il Festival d’Arte Contemporanea di Maranola (Formia, LT), a cura di Marianna Fazzi, Isabella Indolfi e Giulia Magliozzi. 

ARTISTI: Valeria Crociata, Carlo De Meo, Marco Di Giovanni, Christian Ghisellini, Marina Girardi, Kanjano, Rocco Lombardi, Simone Lucciola, Pablo Mesa Capella, Chiara Mu, Già Piacentini, Serena Piccinini, Quiet Ensemble, Daniele Spanò, Carlo Steiner, Three Minutes Ago, Cecilia Viganò, Angela Zurlo.

La seconda edizione del Festival si pone l’obiettivo di restituire ai visitatori un attraversamento magico in cui perdersi e riconoscersi, fra vicoli pubblici e giardini privati, assistendo al dischiudersi incessante di nuovi inciampi e capitomboli di senso.

Artisti e curatori costruiranno un labirinto di sogno con interventi site specific pensati durante la breve residenza offerta da Seminaria Sogninterra ad ogni artista. Circa un chilometro di salite e discese che si snodano nel borgo, porteranno il visitatore ad entrare in luoghi privati di Maranola, che messi a disposizione dai suoi abitanti, si riempiranno di infinite nuove storie da raccontare e immaginare.

Un gran numero di eventi collaterali animerà il borgo durante il festival, come le performance teatrali, sotto la regia di Ferruccio Padula, e i concerti ai piedi della Torre Caetani.

Contestualmente al Festival, l’Associazione Culturale Seminaria Sogninterra lancia un ciclo di laboratori, attivati in collaborazione con l’Ente Parco dei Monti Aurunci, alcuni degli artisti e AMANDA, Associazione che curerà “Marcondì” il progetto collaterale a fumetti, con il contributo scientifico di Kanjano, la collaborazione di Serena Piccinini e rivolto ai bambini di Maranola.

Sul sito dell’Associazione il programma degli eventi e altre info: http://seminariasogninterra.wordpress.com/

————————————————-

lasituazione è partner del Festival, supportando l’installazione di Pablo Mesa Capella (di cui ha curato la post-produzione audio) e partecipando con un djset di Massimo Andreozzi, alias Funk Pope, venerdì 24 agosto ore 23.00 presso la Torre Caetani.

Così l’artista racconta il suo progetto: ”Carte de visite. Memoria sensibile è un lavoro nato dalle fotografie che da più di un anno cerco, trovo nei mercatini, frammenti di storie private abbandonate al caso, di cui vorrei riscattare la dignità nella storia. Le carte di visita sono fotografie di piccolo formato che venivano scambiate all’occasione di una visita di lavoro o di cortesia, recanti informazioni sulla persona ritratta, il primo esempio di pubbliche relazioni biografiche e narrative. L’immagine fotografica ha sempre qualcosa da dire, soprattutto se rappresenta una persona. Dietro quel brano di vita si nasconde una voce che nel mio lavoro cerco di riscoprire e far ascoltare. Apparentemente anonime, le immagini si contraddistinguono dai brevi racconti degli abitanti di Maranola; un vissuto talvolta ironico, talvolta drammatico registrato nelle fotografie, materia sensibile, che allestite come un teatro fra le strade del paese ne fanno rivivere la memoria collettiva.”

Breve biografia dell’artista:

Pablo Mesa Capella nasce a Málaga (Spagna) nel 1982. Laureato in Regia Scenica e Drammaturgia e in Comunicazione Audiovisiva all’Università della sua città, si dedica al teatro curando la regia di opere di Ionesco, Kafka, García Lorca, Francisco Nieva, tra i suoi preferiti, e realizzando performances. Per il suo lavoro vince diversi premi di regia e scenografia al Concorso nazionale MálagaCrea. Dal 2010 lavora e vive a Roma dove prosegue la sua ricerca artistica collaborando con enti pubblici e gallerie come fotografo e allestitore. È curatore della sezione Arte contemporanea dell’associazione Imago Cultura. Le sue installazioni partono dall’esperienza teatrale per sviluppare attraverso le arti figurative un coinvolgimento emotivo e sinestetico tra opera e pubblico, in tutte le sue sfumature e complessità.