rsd5K0RTiZ9mu1qTyEgLz_5ZgpyH27K66IB2hDx9mQsC’è una Roma che dorme e una Roma attiva che sfida la staticità perenne, che la avvolge come un pesante mantello e soffoca ogni stimolo vitale nel network creativo della nostra città. E noi vi vogliamo raccontare l’inizio di una bella storia. Venerdì 20 e sabato 21 settembre  inaugura VISIVA – la Città dell’Immagine: da ex-fabbrica legnami nei primi del’900, ad ex fabbrica di caffè e midollino, ad ex supermercato, adesso trasformata nella “città dell’immagine”, nasce il primo  centro culturale del Lazio,  che con i suoi 7000mq è lo spazio privato più grande in Italia. VISIVA intende valorizzare il processo di crescita dell’imprenditoria culturale e creativa sul territorio italiano.

VISIVA sta attuando un processo di riqualificazione, recupero e trasformazione degli spazi, ancora in corso d’opera. Solo una parte dei 7000mq sono stati recuperati per offrire a giovani imprenditori, professionisti creativi e artisti, un ambiente favorevole e stimolante alla crescita di progetti, idee e collaborazioni, per valorizzare i migliori talenti e le migliori progettualità.

Il programma dell’inaugurazione si snoda in una full immersion di 2 giorni dedicata a tutte le arti.
Una festa che vuole essere una presentazione delle varie innovazioni e declinazioni che può avere il mondo dell’immagine contemporaneo. Da performance a istallazioni multimediali, da video mapping territoriali a suoni associati ad immagini, da mostre fotografiche a videoart. L’evento viene realizzato grazie alla collaborazione con i partner tecnici e culturali di VISIVA.

Evento di punta dell’inaugurazione ufficiale di VISIVA è la grande mostra fotografica NUOVE MITOLOGIE di Ol’ga Tobreluts, che è stata definita “l’Elena di Troia con videocamera e computer” curata da Arkadyi Ippolitov, storico dell’arte ufficiale dell’Ermitage di San Pietroburgo.

A seguire Dj-Vj set a cura di MERCATI GENERALI fino a notte fonda e per tutta la serata degustazioni e bar.

Per ulteriori informazioni:  www.visiva.info