“Sì, c’è di più in queste idilliache spiagge bianche e vaste distese di acque blu-grigio di quanto incontra l’occhio. Uno dovrebbe ricordare questo quando cerca dentro alle immagini qualcosa di non ambiguo, preciso e durevole. Che qualcosa certamente esiste, ma è in uno stato di flusso appena percettibile che muove sopra ed oltre le immagini in lunghe onde, alterando il loro significato e senso. L’unica massa solida o fondazione che rimane è il sorriso del grigio.” (Stephan Reisner)

Venerdì 24 maggio, alle ore 19 presso gli studi de lasituazione, l’artista e fotografa tedesca Nadine Ethner arriva direttamente da Berlino con “The Baltic Sea Project (Part I)”, suggestiva esposizione fotografica dedicata alla spiagge e ai colori del Mar Baltico.

In occasione dell’inaugurazione verrà presentato il software generativo “The Baltic Sea”, una produzione Nadine Ethner e lasituazione ACT la cui musica originale è composta da Arystan Petzold, 30enne multi-strumentista nato proprio sulle sponde del Mar Baltico.

 

 Nadine Ethner / “The Baltic Sea Project [Part I]”

Fotografia / Arte Generativa

 Inaugurazione

Venerdì’ 24 maggio 2013

h 19 // lasituazione // via Casilina 5e, Roma

_

Nadine Ethner

è nata nel 1975 ed ha studiato alla Burg Giebichenstein University of Art and Design Halle/ Saale e, con una borsa di studio Erasmus, all’Accademia delle Belle Arti di Roma.

Dopo la sua laurea in arte si è trasferita a Roma per 7 anni – dal 2000 al 2007. Numerose esposizioni hanno avuto luogo in Germania ed in Italia. Il suo linguaggio artistico è stato fortemente influenzato dai viaggi attraverso Europa, India, Giappone, Nord Africa e Turchia e, per riflettere sui i suoi talenti ed ampliare le sue prospettive, ha frequentato corsi-progetto con Hans-Christian Schink e Joerg Klaus.

Dal 2007 vive e lavora a Berlino dove, con altri artisti internazionali e fotografi, sta collaborando a diversi progetti interattivi.

nadine-ethner.com

lasituazione.com